STUPENDA TOSCANA


Home     Abstracts       Arte e Cultura       Società&Costume      Benessere       Moda&Modi       Wine&Drinks     Fotografia    Eventi




MARTINA OLIVIA BONDI

100 PER CENTO FORTE














1914-2014 Cento anni e cento estati. Dovremmo chiederlo direttamente a lui, al Forte, di raccontarci quante mode ha visto sbocciare sulle sue spiagge in un secolo di bagni di sole, di serate danzanti e di amori nati e finiti nel tempo di una vacanza.

Ma il Forte esiste da prima che l’abbronzatura facesse tendenza, da prima che nell’armadio di ogni donna non mancassero bikini e vestitini corti. 

Nei primi anni del ‘900, le sue nobili signore proteggevano il candore della loro pelle con cappellini e parasole, fu solo dagli anni ’20, quando una certa signora Coco Chanel fu vista con una splendida pelle dorata, che tutte le sue ammiratici decisero di imitarla e di esporre la propria pelle ai raggi solari. 

I bagni di sole comportarono un notevole cambiamento per le spiagge e soprattutto per la moda, tutti gli stilisti si adeguarono in breve tempo e le signore iniziarono ad alleggerire il loro abbigliamento da mare. I colori dei costumi da bagno diventarono improvvisamente accesi e appariscenti per mettere in risalto l’abbronzatura, mentre l’abbigliamento da spiaggia si faceva sempre più succinto con camicette corte, pantaloncini e infradito. 

Fu necessario aspettare il 1946 per il bikini, quando le spiagge del Forte iniziavano ad essere frequentate non solo da famiglie nobili, ma anche da personaggi dello spettacolo, registi, attori, cantanti e industriali.

La vera esplosione del bikini arrivò sulle nostre spiagge molto in ritardo rispetto agli altri paesi europei, mentre l’audace Brigitte Bardot prendeva il sole in topless a Saint Tropez, il Forte faceva ancora fatica ad accettare questo nuovo atteggiamento verso la nudità femminile.

Erano gli anni ’60, la Bond girl Ursula Andress emergeva dalle acque vestita solo di un bikini bianco che metteva in risalto la sua bellissima abbronzatura e faceva perdere la testa a Sean Connery in Agente 007 Licenza di uccidere.

Anche le nostre starlette emergenti bramavano mettere in mostra il loro corpo e dare una spinta alla loro carriera, le spiagge e le serate al Forte iniziavano a farsi calde, il gossip cominciava a farsi sentire e i paparazzi si facevano sempre più invadenti alla ricerca dello scoop.

Le signore che in passato si sarebbero nascoste dietro un ventaglio, iniziarono a cercare riparo dietro gli occhiali da sole e tutte le griffe crearono la loro linea eyewear.

Con gli anni ’70 per ogni bikini che diventava sempre più ridotto, c’era una nuova montatura di occhiali sempre più grande, le stelle dello spettacolo scoprivano il loro corpo, ma si nascondevano dai paparazzi dietro grandi occhiali da sole.

Gli anni successivi hanno visto alternarsi mode e tendenze molto velocemente, ogni estate un nuovo modello di bikini, una nuova montatura di occhiali, un nuovo aperitivo da assaggiare e un nuovo tormentone da ballare. 

Oggi che il topless non fa più scandalo, le signore sembrano non desiderare più esporre al sole i propri seni e anche l’abbronzatura è guardata con maggiore diffidenza, sanno che un eccessiva esposizione al sole provoca l’invecchiamento della pelle e in molte preferiscono usare un buon autoabbronzante.

In tutti questi anni il Forte è stato spettatore di questa evoluzione, ma ha fatto anche da stilista e ha inventato la sua moda e le sue tendenze. Noi, che siamo i suoi “figli”, che lo frequentiamo ogni estate da sempre, che abbiamo ascoltato i racconti dei nostri genitori e dei nostri nonni, sappiamo che qui ci sono delle tendenze immortali che hanno incontrato il consenso di intere generazioni.

E’ vero, non ci vestiamo come si vestivano i nostri genitori, non beviamo ciò che bevevano i nostri nonni, ma appena arriviamo al Forte, dimentichiamo i tanto amati motori e ci muoviamo solo in bicicletta per respirare spensierati quell’aria senza tempo che al posto dell’ultimo tormentone estivo, sembra canticchiare più volentieri “Sapore di sale, sapore di mare… Che hai sulla pelle, che hai sulle labbra”.




I BLOG di Martina


BLOG www.ilmondoèmio.it

INSTAGRAM http://instagram.com/martinaoliviabondi

FACEBOOK https://www.facebook.com/ilmondoemiobyMartinaOliviaBondi

TWITTER https://twitter.com/MartinaOliviaB

PINTEREST http://www.pinterest.com/martinabondi/

YOUTUBE https://www.youtube.com/channel/UC9degNHBSTWr2taB7tSjCvA


Il mio indirizzo mail del blog è:  info@ilmondoemio.it