STUPENDA TOSCANA


Home     Abstracts       Arte e Cultura       Società&Costume      Benessere       Moda&Modi       Wine&Drinks     Fotografia    Eventi





QUELLA VOLTA CHE VIDI UNA GIRAFFA AL FORTE


di Luca Lari
















Dal mare alla campagna, l’amore per la natura e i suoi frutti ha accompagnato Renzo Marinai fino a Panzano, nel Chianti,

per far crescere l’azienda agricola paterna con la sua filosofia.


“Come si fa a morire senza aver mai baciato un fi ore... E un albero? Ma per amore non l’hai mai abbracciato?”. Da questo frammento di poesia possiamo capire molto sulla spiccata personalità di Iori Marinai: poeta, scrittore, artista nell’arte di vivere. Iori lascia in eredità al fi glio Renzo questa fi losofi a, questo forte legame con la campagna che ha caratterizzato la sua vita. Il podere di San Martino a Cecione venne acquistato perché nell’abitato si trovava un vecchio forno, inoltre Iori Marinai aveva una vecchia macchina a vapore per la battitura del grano inutilizzata da decenni; questi furono gli spunti per cui Renzo Marinai, raccolta l’eredità di pensiero del padre, decise di seminare il grano per fare il pane, quello vero, come si faceva un tempo. E dopo il grano arrivarono le vigne...

Il tempo sembra così essersi fermato a quando il grano cresceva altissimo e si batteva con la forza delle braccia, lì dove per far maturare un chicco d’uva non si aggiunge nulla che non sia al suo interno e si ha la pazienza e l’intelligenza di saper aspettare un anno.

È sui dolci pendii di San Martino a Cecione che nasce Kadar, un vino unico di un rosso rubino intenso, con un profumo elegantemente fruttato, l’ultimo prodotto d’eccellenza dell’azienda agricola Renzo Marinai.


www.renzomarinai.com